Il traguardo più importante che ho raggiunto è quello di aver riportato i giovani alla lettura- Anna Maria Risi


Questa intervista è sponsorizzata da Streetlib, la migliore piattaforma per scrivere, pubblicare e vendere il tuo libro online.


L’ospite di questa puntata di Periscritto è Anna Maria Risi una scrittrice che ha deciso di fare il grande passo e cominciare a raccontare le sue storie dopo che ha compiuto 50 anni. Attualmente lavora in un liceo ma spinta dalla sua grande passione per la scrittura,  ha già pubblicato 7 libri attraverso la piattaforma di self publishing ilmiolibro.it .

Dopo il suo esordio nel 2012 con il libroIllusione e disinganno” che è un’antologia di racconti brevi, nel 2013 pubblica “Un seme d’inverno” un libro che riscuote un ottimo successo  e che le è valso  un riconoscimento importante e cioè la selezione per la seconda “Rassegna Nazionale di Narrativa” organizzata dal Ministero dei Beni Culturali. Ma dove nascono le storie che Anna Maria Risi racconta attraverso i suoi libri?

Le mie sono tutte storie di vita vera che sono quelle più profonde e che lasciano messaggi e insegnamenti importanti. In “Un seme d’inverno” per esempio c’è la storia di vita, triste e drammatica, di mia madre e che è stata letta da centinaia di persone anche all’estero. Un libro che avevo scritto interamente a mano sulla carta ma poi, quando l’ho riletto, ho capito che non corrispondeva a ciò che io volevo veramente così l’ho stracciato e riscritto  usando per la prima volta il computer. Posso dire che grazie a questo libro è nata la vera  Anna Risi e una narrativa moderna.

I libri che Anna Maria Risi ha scritto fino ad oggi e che sono tutti autopubblicati sono fortemente sostenuti dai tanti lettori che visitano la pagina a lei dedicata sul sito www.ilmiolibro.it e dalla quale si possono leggere tutte le recensioni che sono state scritte e che dimostrano un grande sostegno e attaccamento nei suoi confronti da parte del suo pubblico. Inoltre Anna è sostenuta con grande entusiasmo anche da un altro pubblico importante e cioè quello costituito dagli studenti del liceo nel quale lavora.

I ragazzi del mio liceo sono straordinari e sono i miei critici letterari preferiti. Loro fanno le recensioni dei miei libri ma anche di molti altri e poi organizzano delle conferenze nell’auditorium della scuola per parlarne tutti assieme. Il traguardo più importante che ho raggiunto nella mia vita è quello di aver riportato i giovani alla lettura.

Al termine dell’intervista ho chiesto ad Anna Risi un consiglio da dare a tutte quelle persone che hanno il desiderio di scrivere un libro ma che non lo fanno perché sono bloccate dalle insicurezze e dalle paure e per scoprire che cosa mi ha risposto Anna vi consiglio di ascoltare questa puntata.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori