Risollevare il mondo celebrando la sua bellezza – Francesco Morace

L’ospite di questo episodio di Periscritto è Francesco Morace che è sociologo, saggista e  presidente di Future Concept Lab che è un istituto di ricerca specializzato in marketing e tendenze di consumo. In questa puntata Francesco Morace presenta il suo ultimo libro che s’intitola “Il bello del mondo. Battiti locali per un respiro globale” pubblicato da Egea.

Francesco Morace organizza e dirige, assieme al  team di Future Concept Lab, il Festival della Crescita, un progetto itinerante che ha l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti di crescita e sviluppo: cittadini, istituzioni, imprese, creativi, studenti e professionisti. Lanciato nell’ottobre 2015 a Milano in occasione dell’Expo, nei primi anni di presenza sul territorio italiano, ha realizzato 36 tappe in 28 città.

Solo abbracciando il mondo lo si può risollevare, cogliendone il bello! È la premessa attorno alla quale si sviluppa il libro di Francesco Morace che riflette sulla globalizzazione attraverso le due dimensioni vitali dell’organismo: battito del cuore e ampiezza del respiro, circolazione locale e respirazione globale.

Il bello del mondo

Il bello del mondo”  si dipana tra la necessità del battito – che è sempre locale ed è conditio sine qua non per la nostra sopravvivenza nel mondo -, e la sfida del respiro, che deve invece alimentarsi aprendosi all’esterno ed è dimensione altrettanto necessaria per abbracciare quello stesso mondo, per sentirsi parte di un unico grande progetto di vita che può essere perfezionato, armonizzato, regolato, alla ricerca di una condivisione globale.

Il genius loci (il talento del luogo) è il battito del cuore, il motore primo della dinamica vitale in atto: quella che, accanto al carattere degli individui, comprende anche il carattere dei luoghi, che viene poi rilanciato a livello globale diventando una potente leva di trasformazione del valore, partendo dal battito per poi trasformarsi in respiro. Conoscere e valorizzare il proprio genius loci permette di essere più attrattivi, più credibili, più distintivi

Non si può  ragionare in termini di visioni e comportamenti dall’alto o dal basso – scrive Morace -, ma tutto può e deve arrivare lì nel mezzo, che è anche il bello del mondo: nel punto di incontro tra passione e ragione, ma anche tra diverse culture e tradizioni; tra cuore, cervello e polmoni, ma anche tra diverse generazioni e classi sociali; tra donne e uomini di buona volontà e in buona fede, che possano incontrarsi lì nel mezzo, al fine di respirare insieme.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori

2 pensieri riguardo “Risollevare il mondo celebrando la sua bellezza – Francesco Morace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.