Le storie nascono così prima sedimentano e poi ti esplodono davanti – Flavio Stroppini

L’ospite di questo episodio di Periscritto è Flavio Stroppini scrittore, autore di  radiodrammi per la Radiotelevisione Svizzera Italiana, del progetto “Fabula” che racconta  2600 anni di storia di una valle alpina in 50 radiodrammi e di numerosi progetti teatrali come “Il viaggio di Arnold” e “Prossima fermata Bellinzona”.

Flavio Stroppini è un narratore del territorio, che racconta storie attraverso diversi tipi di media che possono essere i video, la scrittura, la radio. Si parla in proposito di narrazione crossmediale e di narrazione transmediale, due termini che – come dice Flavio Stroppini – nascondono in sé due concetti in realtà molto semplici.

Nella crossmedialità la stessa storia viene raccontata su media diversi. La possiamo raccontare in prosa, alla radio, in un video, su un blog ma la storia è sempre la stessa. Quando si parla di transmedialità, si crea una storia che un pubblico vive attraversando vari contenuti, postati o prodotti, su media diversi. In poche parole non è più una storia che va da un punto A a un punto B ma è un territorio di storie.

Per raccontare il territorio bisogna prima di tutto uscire di casa e viverlo. La narrazione del territorio, come mi ha detto Flavio Stroppini, può avvenire secondo due modalità: per relazione cioè molto semplicemente andando da un punto A a un punto B, per poi mettere in relazione tutto ciò che c’è nel punto di partenza e nel punto di arrivo oppure possiamo sprofondare in una determinata porzione di spazio, per  raccontare da lì ciò che si trova scavando all’interno di quel territorio.

Al narratore del territorio servono degli strumenti specifici per andare a caccia di storie da raccontare. Per prima cosa carta e penna per scrivere, macchina fotografica per non dimenticarsi di nulla e microfono per registrare i suoni dell’ambiente. Poi non possono mancare due requisiti fondamentali: la serietà e la curiosità.

Quando si va in qualche luogo per raccontare una storia, bisogna cercare di saperne il più possibile con serietà perché non siamo in vacanza. Poi bisogna essere curiosi, continuare a porsi domande su qualsiasi cosa per cercare di spingersi oltre la nostra barriera più grande: siamo delle persone con una storia, con un vissuto, con degli occhi che osservano solo una porzione di spazio.

E poi da dove nascono le storie che racconta? Secondo Flavio Stroppini ogni storia ne porta un’altra e così via.“Io credo che ogni narratore abbia un tema – mi ha detto – sul quale poi si ritrova a lavorare con storie completamente diverse, per tutta la sua vita.

Il mio tema è quello dell’identità ed è all’interno di una storia che poi nasce la voglia di raccontare un’altra versione anche se molte volte non è ancora una storia completa. Magari ti affascina un colore, un vestito, un odore che hai sentito, quell’auto là in fondo che continua a passare, allo stesso orario tutte le mattine con un materasso caricato sul tetto e quello magari è lo stimolo per poi andare a costruire qualcosa di nuovo. Le storie nascono così, prima sedimentano e poi ti esplodono davanti.

I suoni e la musica sono elementi molto importanti nella narrazione di Flavio Stroppini. Attraverso i suoni si può raccontare e un suono molte volte racconta molto di più di un’immagine o di un parlato.“Mi diverto a essere un cacciatore di suoni – mi ha detto -quando vado in giro per lavoro porto sempre con me il microfono e le cuffie per registrare e cercare di ampliare il mio archivio per raccontare i suoni del mondo.E poi c’è la musica:

Per capire quanto sia importante basta fare un piccolo esempio. Se prendiamo una qualsiasi voce registrata e la montiamo assieme ad una musica tranquilla, il risultato sarò subito molto piacevole.  Quindi se la musica è composta e realizzata appositamente per un certo prodotto, avremo due parti, quella musicale e quella parlata, che esplodono tra di loro e da questa esplosione si crea un significato diverso da quello che potrebbero avere se prese singolarmente.

Per conoscere più da vicino l’attività e i progetti di Flavio Stroppini vi consiglio di ascoltare questa intervista.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.