Per fare fundraising bisogna saper costruire delle relazioni e curarle nel tempo – Elena Zanella

L’ospite di questo episodio è Elena Zanella, consulente per il fundraising per enti nonprofit e pubbliche amministrazioni, formatrice e founder della Fundraising Academy. Elena Zanella è anche l’autrice di “Professione fundraiser. Ruolo, competenze, strumenti e tecniche” e di “Digital fundraiser. La guida essenziale per chi fa raccolta fondi online” pubblicati da Franco Angeli.

Qual è la differenza tra queste due pubblicazioni di Elena Zanella? Il primo libro raccoglie, amplifica e sintetizza allo stesso tempo la professionalità del fundraiser che operando sia attraverso i canali  tradizionali che quelli digitali, si occupa della raccolta fondi da individui, fondazioni o imprese. Il secondo libro riguarda invece in modo esplicito quella che è la sollecitazione e la coltivazione della community sul Web da parte del digital fundraiser e quindi il ruolo che questo ha nella sostenibilità di un’organizzazione nonprofit. Ma che cosa s’intende col termine digital fundraiser?

Il digital fundraiser è la persona che, all’interno di un’organizzazione nonprofit, di un ente pubblico ma anche di un’impresa, segue l’attività di raccolta fondi online attraverso gli strumenti offerti dal Web. Un compito molto importante del digital fundraiser è quello di coltivare la community sul Web e di fare in modo di intercettare nuovi profili, creare nuove attenzioni verso le cause sociali, ingaggiare queste persone per poi mantenerle nel lungo periodo. 

Fundraiser e digital fundraiser sono, secondo Elena Zanella, le professioni del futuro alle quali però bisogna approcciarsi con consapevolezza. Non si tratta di ruoli semplici e non ci si può improvvisare. La difficoltà di un digital fundraiser per esempio sta nel fatto che deve saper affiancare ai temi classici della proposta di un’organizzazione sul Web anche un interesse di tipo sociale, per cui chi svolge questo ruolo deve essere dotato di una certa sensibilità nel trattare temi di particolare rilevanza.

Fare fundraising online non è affatto semplice perché bisogna saper costruire relazioni e curarle nel tempo. Quelle che i donatori sostengono  sono cause sociali ma per farlo devono crederci ed esserne coinvolti. Per prima cosa la causa sociale deve essere nota e il digital fundraiser ha il compito di posizionare l’organizzazione sul Web per facilitarne la notorietà e quindi l’interesse verso quella causa sociale. Aumentando l’interesse aumenterà anche la platea delle persone potenzialmente interessate a sostenerla e qui entra in gioco la fidelizzazione.

Digital fundraiser

La buona riuscita di una campagna di raccolta fondi dipende molto dalla pianificazione che è stata fatta della stessa. Come scrive Elena Zanella nel suo libro, bisogna adottare il giusto mix di tecniche e strategie e ciò che lei propone è una guida di 9 passaggi da seguire per una buona  pianificazione.

Da questo punto di vista mentre per le campagne di raccolta fondi offline i risultati non sono immediatamente misurabili e si vedono nell’arco di qualche anno, il digitale offre il grande vantaggio di poter  misurare subito sia l’interesse che l’entità dei fondi in entrata.

Elena Zanella conosce molto bene il settore della raccolta fondi sia offline che online poiché ci lavora da 15 anni e la sua esperienza ci è dunque utile per capire qual è la situazione del fundraising in Italia.

Per quanto riguarda i professionisti non abbiamo nulla da invidiare agli altri paesi, si fa più formazione e di conseguenza aumenta la qualità di chi fa fundraising. Le organizzazioni invece investono ancora poco sia sul foundraiser che sul fundraising, pensano che il fundraising sia un vezzo mentre in realtà l’investimento al fundraising potrebbe rappresentare quel salto di qualità che gli serve per raggiungere i propri obiettivi sociali.

Il sogno di Elena Zanella era quello di scrivere un libro e ci è riuscita ampiamente visto che di libri ne ha scritti già due. Se volete conoscere i vantaggi che ha portato la pubblicazione di questi libri alla sua attività professionale, vi consiglio di ascoltare questa intervista.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...