Lo studio della retorica serve a vaccinarsi contro il populismo e la manipolazione – Flavia Trupia

L’ospite di questa puntata di Periscritto è Flavia Trupia autrice del libro “Discorsi potenti. Tecniche di persuasione per lasciare il segno” (Editore Franco Angeli)  e coautrice con Andrea Granelli di “Retorica e business. Intuire, ragionare, sedurre nell’era digitale” pubblicato da Egea.

Flavia Trupia è esperta di comunicazione, ghostwriter, docente e Presidente dell’Associazione Per La Retorica che ha lo scopo di rilanciare la conoscenza e l’uso consapevole della retorica in particolare rispetto alla politica, al business e al Web che sono aree nelle quali questa ha un ruolo chiave. Ma che cos’è la retorica?

La retorica è l’arte di dare gambe e respiro alle idee ed è importante perché oggi tutti noi siamo chiamati a parlare a scuola, in famiglia, all’università, sul lavoro e la retorica può insegnarci a trovare delle argomentazioni e a gestire meglio il corpo e lo spazio. La retorica è anche vaccino contro il populismo e la manipolazione. Se io conosco le tecniche della retorica sarò più brava a individuare le strategie del populismo e a non farmi manipolare.

La retorica è uno strumento utile per parlare bene ma anche per capire perché – come dice Flavia Trupia – ci aiuta a interpretare il mondo ed è molto importante anche nel business poiché agevola manager o imprenditori a comprendere il contesto nel quale operano, a gestire i rapporti con i propri collaboratori e a essere bravi oratori e comunicatori. Ma c’è un ulteriore aspetto per cui la retorica è tanto importante nel business ovvero l’arte della negoziazione. Il bravo negoziatore – mi ha detto Flavia Trupia – non è quello che sa sostenere solo la sua tesi ma è quello che sa capire le esigenze dell’altro e poi andargli un po’ incontro.

I grandi imprenditori sono tutti anche dei grandi motivatori. Sono persone diverse tra di loro, che hanno qualcosa di speciale e ci insegnano molto sulla retorica. È vero che ci sono delle tecniche che ci possono aiutare per parlare in pubblico però la vera formazione è quella che ci porta a far emergere un nostro stile. I grandi manager e imprenditori che hanno lasciato il segno con il loro stile oratorio sono quelli che hanno affermato la propria personalità.

Oltre che nella politica e nel business la retorica è molto importante anche nel Web dove bisogna costruire dei contenuti e per farlo – spiega Flavia Trupia – non si può scappare dalla retorica se si vuole lasciare il segno. Ma la retorica è utile nel Web anche rispetto agli hater cioè gli odiatori del web che sono dei grandissimi utilizzatori inconsapevoli delle fallacieLe fallacie sono quei ragionamenti che, seguendo una falsa logica, conducono a conclusioni  sbagliate, spesso disastrose, e nel Web trovano, nella brevità del messaggio, il terreno ideale per proliferare.

Flavia Trupia è anche una ghostwriter e quando scrive libri per gli altri, per esempio raccontando le storie di vita di persone che poi risultano come i veri autori del libro    stesso, può dare libero sfogo alla sua creatività.

Devo dire che scrivere per altri, cosa che tanti considerano come una disdetta terrificante, per me è molto divertente perché mi sento molto libera, poco giudicata e quindi in grado di dare sfogo a tutta la mia creatività. Il risultato finale è comunque il frutto della mia creatività del momento e della storia del mio committente, raccontata attraverso uno stile nel quale questi possa riconoscersi.

Se volete scoprire il pensiero di Flavia Trupia rispetto al libro che viene scritto e utilizzato dai professionisti, manager o imprenditori, come strumento promozionale vi consiglio di ascoltare questa intervista.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker 

Scopri il segreto degli scrittori

Annunci

2 pensieri riguardo “Lo studio della retorica serve a vaccinarsi contro il populismo e la manipolazione – Flavia Trupia

  1. Molto interessante.Leggo moltissimi saggi. Li scelgo accuratamente e di solito non mi deludono.Sulla conoscenza della retorica si potrebbe dire che sta alla base della comunicazione. Personalmente preferisco non usarla mai, ma ho imparato a riconoscerla.
    Credo sia il motivo delle mie fughe esistenziali.
    Sono un’emiliana migrante: prima Piemonte ora Liguria, pronta a scappare di nuovo, possibilmente in un altro mare…. Ti ho inviato la richiesta di collegamento su Linkedin.
    Con affetto anna borellini
    Ps: Ti ho trovata mettendo: Consapevolezza amplificata su Google
    Sto leggendo: Che cosa sognano gli algoritmi di Dominique Cardon

    Mi piace

    1. Cara Anna ti ringrazio tanto per questo tuo messaggio che leggo con molto piacere. La retorica è utile perché ci aiuta a decodificare la nostra contemporaneità. Come ha detto Flavia Trupia, conoscere gli strumenti della retorica ci aiuta a proteggerci dal populismo e dalle manipolazioni ed è proprio questo il significato della retorica che voglio fare mio e cercare di mettere in pratica nella vita e anche nella mia professione. Grazie Anna!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...