Scrivere è una maratona e bisogna avere fiato per affrontarla – Francesca Manfredi

L’ospite di questa puntata di Periscritto è la vincitrice del Premio Campiello Opera Prima di quest’anno. Il suo nome è Francesca Manfredi ed è l’autrice della raccolta di racconti che s’intitola “Un buon posto dove stare” pubblicata da “La nave di Teseo”. È stata tra gli allievi migliori della Scuola Holden dove oggi insegna narrazione e dove ha avuto l’occasione di incontrare uno tra i più importanti agenti letterari al mondo ovvero Andrew Wylie che oggi la rappresenta.

In questa raccolta di 11 racconti Francesca Manfredi dà prova delle sue abilità di scrittrice esordiente ma già matura per il suo modo di raccontare storie di vita quotidiana spesso anche molto sofferte. La scrittura è una gran fatica, mi ha detto, che si può imparare a controllare col tempo e con l’esperienza ma non si supera mai.

Io cerco di scrivere un po’ tutti i giorni con regolarità. La scrittura è una maratona e bisogna avere fiato per affrontarla e il fiato lo si fa scrivendo tutti i giorni un po’ come diceva Karen Blixen “senza speranza e senza disperazione”.

Le storie che racconta Francesca Manfredi nascono da due dimensioni diverse. Dal passato che evoca ricordi ed esperienze vissute ma anche dall’osservazione. Ogni scrittore secondo lei deve saper guardare fuori dalla finestra e lasciarsi ispirare molto proprio dai luoghi che osserva e dai quali arrivano storie e personaggi. Oggi Francesca Manfredi sta scrivendo il suo primo romanzo ma com’è stato per lei questo passaggio dalla scrittura dei racconti a quella più profonda del romanzo?

All’inizio avevo una paura folle di stancarmi dopo un po’ della storia e anche dei personaggi. Piano piano però ho scoperto che la cosa che mi faceva più paura alla fine è diventata una forza. Mi sono appassionata ai luoghi in cui la storia ha preso forma e affezionata ai personaggi che oggi ho il desiderio di conoscere sempre più in profondità.  Anche la mia scrittura sta prendendo  un passo diverso più lento ma anche più prolungato.

Anche la fase di editing di questi racconti è stata molto importante per Francesca Manfredi e in modo particolare lo è stato il confronto con altre persone che scrivono da molto più tempo di lei come Elena Varvello che l’ha sostenuta in questo passaggio e che l’ha aiutata a dare la giusta forma alle sue storie.

Ho chiesto a Francesca Manfredi come sono i ragazzi che si trova di fronte ogni giorno quando tiene le sue lezioni di scrittura e se volete conoscere la sua opinione vi consiglio di ascoltare questa intervista.

Ascolta questo episodio in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...