Quando ho un’idea inizio rapidamente a scrivere perché devo inseguirla prima che sfugga via – Enrico Macioci

In questo episodio di Periscritto ho intervistato l’autore di un romanzo molto interessante che s’intitola “Breve storia del talento“, pubblicato da Mondadori nel 2015. Sto parlando di Enrico Macioci, un insegnante e scrittore molto apprezzato.

Enrico Macioci mi ha raccontato il suo percorso di vita nell’affascinante mondo della scrittura. Come spesso accade, ha cominciato scrivendo poesie, poi scrivendo racconti e dopo un periodo di necessario distacco, si è dedicato alla narrazione pura.

Ho chiesto ad Enrico Macioci come scrive i suoi libri e lui mi ha spiegato che, non appena ha la sensazione di avere tra le mani un’idea che valga la pena di essere trasformata in un romanzo, comincia subito a scrivere. Mi ha detto:

La prima stesura è rapida e frettolosa perché la mia ossessione in quel momento e di inseguire quell’idea che mi sembra valga la pena di essere trasformata in un romanzo prima che sfugga via. La prima stesura è un po’ lo scheletro della narrazione e poi piano piano comincio a metterci intorno i muscoli e la carne.

Nella mente di uno scrittore, mi ha detto poi Enrico Macioci, passano tante idee e allora come si fa a capire quali sono quelle giuste? Semplicemente con l’esperienza ma se lo scrittore riesce ad essere bene in contatto con la propria interiorità e creatività sarà capace di distinguere ancora meglio e capire se ha trovato una “pepita d’oro” o solo un “pezzo di latta”.

É stato molto piacevole parlare con Enrico Macioci anche perché abbiamo avuto la possibilità di riportare alla mente autori straordinari, apparentemente incomparabili, ma a lui molto cari. Sto parlando del poeta francese Arthur Rimbaud e dello scrittore statunitense David Foster Wallace. Due anime tormentate forse anche dal loro stesso talento. Quel talento di cui anche Enrico Macioci parla nel suo libro “Breve storia del talento” che narra una delle età più terribili, sconvolgenti e anche poetiche della vita di ogni persona che è quella dell’adolescenza.

Sapete da dove è nata l’idea di scrivere “Breve storia del talento”? Da un libro che Enrico Macioci ha letto e del quale è rimasto particolarmente colpito e che s’intitola “Questo bacio vada al mondo intero” di Colum McCann.

Alla fine di questa intervista Enrico Macioci mi ha raccontato il suo progetto in corso di svolgimento e che ha a che fare con il grande Stephen King. Sto parlando di “Dentro al nero” al quale lui assieme ad altri scrittori, blogger e critici, ha dato vita in occasione dei 30 anni dalla pubblicazione del suo romanzo “It“. L’obiettivo di questo progetto? Mettere in luce la grandezza di Stephen King che sa andare al cuore del nostro tempo e che secondo Enrico Macioci ci parla di noi più di chiunque altro. Se volete saperne di più vi consiglio di ascoltare questa intervista.

Ascolta questa intervista in podcast su iTunes o Spreaker

Scopri il segreto degli scrittori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...